Il Troparium de Catania
Feste e Canti della Sicilia Normanna

ENGLISH VERSION (CD's page)

Col nome Troparium de Catania è conosciuto un manoscritto attualmente conservato presso la Bibl. Naz. di Madrid (19421). Il codice fu redatto ad uso della Cattedrale di Catania nella seconda metà del XII secolo: la sua ricchezza (più di 200 brani) dimostra la grande importanza e la vitalità della città etnea. Il manoscritto contiene soprattutto sequenze, alcune delle quali legate al contesto culturale specifico catanese: esemplare, in tal senso, la sequenza Eya fratres, personemus, nella quale si parla di Trinacris provincia, di speciali gaudio Cathania, di imperatrix Agatha, la santa cui la città è ancora profondamente devota.

Di notevole importanza storica è il repertorio di composizioni polifoniche in appendice al Troparium: si tratta di un Benedicamus Domino ed un Crucifìxum in carne, più alcuni frammenti incompleti. La loro rilevanza consiste nell'essere tra i primi esempi scritti di musica polifonica conservati. I brani alternano sezioni più melismatiche a sezioni più "contapunctistiche". Per quanto la loro diffusione sia notevolmente superiore ai confini della Sicilia, non sfuggono le singolari affinità con alcuni generi di canto polifonico di tradizione orale siciliana, che della polifonia discantistica siculo-normanna conserva sicuramente un ricordo. Di questi canti polifonici offriamo alcuni esempi provenienti da aree limitrofe alla città etnea (Licodia Eubea), ma anche da un’altra località di area palermitana (Gangi).

E proprio nella “capitale” del regno normanno furono scritti altri due codici (288 e 289 – anch’essi attualmente a Madrid), di poco anteriori a quello catanese, contenenti soprattutto canti sacri del genere del conductus diffusi anche in Europa (si pensi al noto Orientis partibus), che dimostrano quanto la musica di provenienza franco-normanna fosse praticata nell'isola; ma è degno di nota il fatto che uno di questi documenti sia il primo in cui compaia il termine "conductus".

La ricca iconografia della Cappella Palatina di Palermo ci da' l'idea di quale fosse l'atmosfera musicale amata dalla corte normanna: nutrita è infatti la presenza di musicisti e musiciste, di strumenti mediterranei e del Medio Oriente; ovvia la presenza di strumenti locali e di importazione normanna.

La straordinaria varietà coloristica e timbrica che la Cappella mostra ben si addice all'arte con cui è decorata: entrambi gli elementi concorrono a formare un'idea abbastanza caratterizzata di quale dovesse essere il mondo musicale e l'atmosfera sonora in cui prese vita il repertorio siculo-normanno.

Le tracce lasciate nella tradizione orale, profondamente analizzata e studiata, soprattutto nelle aree e nelle "sacche" meglio conservate e meno deteriorate, completano le risorse che abbiamo utilizzato per offrire in una chiave esecutiva attendibile questo affascinante repertorio.

 

Vitti passari na cavallaria
Trad. Sicilia (Licodia Eubea)

Novus annus
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Passioni di N.S.
Trad. Sicilia, Favara 659 (1)

Natus est
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Benedicamus domino
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Virgo dei genitrix
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Omnis mundus
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Stabat mater
Trad. Sicilia (Licodia Eubea)

Eia fratres
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Novena / Laudes deo devotas / Ballettu
Trad. Sicilia / XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421 / Trad. Sicilia

Laudes regiae
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Dei patris unice
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Anni novi circulus
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Popule me
Trad. Sicilia (Licodia Eubea)

Novena / Dicimus ecclesiam / Ballettu
Trad. Sicilia / XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421 / Trad. Sicilia

Affirmavit eius
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Crucifixum in carne
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421

Orientis partibus / Tarantella
XII sec., Biblioteca Nazionale di Madrid, manoscritti 288-289-19421 / Trad. Sicilia

 (1) Fonte: A. Favara, Corpus di Musiche Popolari. Palermo 1957

 

ORGANICO E STRUMENTARIO

Fabio Accurso:

ud, daf, azzarinu, voce

Roberto Bolelli:

voce, scattagnetti, traccola

Donato Sansone:

friscalettu, daf, bifara, symphonia, voce

Fabio Tricomi:

ud, zarb, arpa, tammureddu, marranzanu, lira, kemanche, ciaramedda,voce

Sebastiano Scollo:

voce, arpa