vita.it

21 03 2007

ITALIA

 

clicca sull'immagine per accedere all'articolo in versione pdf

click on the picture to access the article in pdf mode

 

 

 

Canti di Passione, musica e tradizione salentina
Da domenica 25 marzo a domenica 1 aprile nei comuni della Grecìa Salentina, Galatina e Alessano

 

Estratto.
Per l'articolo completo vedi la versione in pdf

Extract.
See the complete article in pdf mode

Prende il via domenica 25 marzo la quarta edizione della manifestazione Canti di Passione che propone oltre duecento musicisti provenienti da tutto il bacino del mediterraneo che si confronteranno con i cantori locali.

Fino a domenica 1 aprile l'Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e la Regione Puglia, in collaborazione con la Provincia di Lecce e l'Istituto Diego Carpitella, presentano la quarta edizione dei Canti di Passione, una manifestazione dedicata al recupero e alla riproposizione dei canti devozionali della passione di Cristo, che quest'anno assume la fisionomia di una rassegna internazionale.

Nelle Chiese dei comuni della Grecià Salentina, di Galatina e Alessano oltre 200 musicisti di congreghe, cori ed ensemble impegnati da anni nello studio delle musiche religiose di tradizione orale provenienti da tutta l'area del Mediterraneo si confronteranno con i maggiori esecutori salentini dei Canti di Passione. Tra gli ospiti anche Moni Ovadia, Ambrogio Sparagna e Nabil, voce dei Radiodervish.

La manifestazione, curata artisticamente da Luigi Chiriatti e Gianni De Santis, prenderà il via domenica 25 marzo nella Chiesa di Santa Maria della Neve di Cutrofiano con il concerto di Moni Ovadia e Arkè String Quartet che presenteranno Kavanàh, spettacolo che raccoglie brani di differente ispirazione, partendo dagli inni sacri ebraici della sinagoga per arrivare a quelli di tradizione tzigana, e si chiuderà nella ricorrenza della Domenica delle Palme a Sternatia.

Nel corso della settimana i comuni di Calimera, Carpignano Salentino (e la frazione Serrano), Castrignano dei Greci, Corigliano d'Otranto, Martano, Martignano, Melpignano, Soleto, Zollino, Galatina e Alessano ospiteranno le esibizioni di gruppi provenienti da tutto il bacino del mediterraneo e di cantori locali. Tra gli ospiti i portoghesi Banda Larga, i molfettesi Calixtinus, i lucani Ethnos, i siciliani Al Qantarah, la Confraternita di Sant'Antonio Abate Speloncato (Corsica), le Confraternite di Vico del Gargano, il gruppo di cantori di Terranova del Pollino La Totarella, la Confraternita di Bonnanaro proveniente dalla Sardegna, la Confraternita di San Mango del Cilento, la spagnola Banda de Santa Maria del Sur, il coro bizantino Pankyprias Enosos Ieropsaltom “Ioannis Koukouzelis”, i ciprioti Thriskeftiko orthodoxo idrjma flias, i cretesi Sirma e Daskali se Kinisi.

Saranno presenti inoltre moltissimi cantori e interpreti della tradizione musicale salentina e grica come Ninfa Giannuzzi, Argalìo, Asteria, Fratelli De Santis, Antonio Melegari e Andrea Stefanizzi, Pino Mighali e famiglia (Zimba), cantori di Zollino, cantori di Martano, Cantori dei Menamenamò e Banda Unipop, Fratelli De Prezzo, Pietre Vive.

[...]

Questa edizione dei Canti di Passione oltre alla programmazione musicale e cinematografica prevede un ampio dibattito sui temi legati alle musiche religiose. “Musiche religiose d'oggi, esperienze a confronto” è il titolo del convegno che vedrà la partecipazione di esperti, nazionali ed internazionali, che analizzeranno il fenomeno di conservazione delle tradizioni musicali legate ai riti della Passione, in Italia e nel mondo, e rilanceranno la necessità di un recupero e di un ampio confronto tra le diverse esperienze. Tra i relatori l'etnomusicologo dell'Università di Boreaux Jean Jacques Casteret, il sociologo della Pontificia Università Gregoriana Paolo Prato, il compositore Sotiris Sakellaropulos, l'etnomusicologo dell'Università di Cagliari Ignazio Macchiarella, il giornalista vaticanista della Repubblica Orazio La Rocca, l'antropologo dell'Università del Salento Eugenio Imbriani, il consulente scientifico dell'Istituto Diego Carpitella Sergio Torsello, Ambrogio Sparagna. Interverrà anche Monsignor Marco Frisina, direttore dell'Ufficio Liturgico Vicariato di Roma e direttore dell'Orchestra e del coro della Diocesi di Roma e della Cappella Lateranense.

[...]

Questo il programma

[...]

Giovedì 29 marzo a Soleto presso la Chiesa Maria SS. Assunta si partirà con i Cantori di Spongano e Banda Unipop che si esibiranno sul sagrato della chiesa. All'interno invece spazio ai salentini Argalio e Ninfa Giannuzzi. Chiuderanno i siciliani Al Qantarah il cui spettacolo evoca i suoni di una Sicilia multietnica attraverso musica vocale e strumentale spaziando dal religioso al laico, dal colto al popolare. La tradizionale musica “scritta” viene accostata alla tradizione orale dei canti Siciliani. Lo strumentario medioevale utilizzato (ud, liuto, daf, azzarinu, scattagnetti, troccola, nay, friscalettu, synphonia, bifira, ciaramedda, zarb, lira, kemanche, tamburello, marranzanu) proviene dalle tradizioni Siciliane, Arabe e Persiane in evidente sintonia con la ricostruzione multietnica del repertorio.

Contemporaneamente a Galatina gli affreschi della Basilica di Santa Caterina d'Alessandria faranno da scenario all'esibizione dei Fratelli de Santis, dei gruppi ciprioti Thriskeftiko Orthodoxo Idryma Filias e del Coro bizantino Pankyprias Enosos Ieropsaltom “Ioannis Koukouzelis”. Concluderanno gli Ethnos, tre chitarre, un basso, voce e percussioni per mettere in musica l'identità lucana.

Venerdì 30 marzo il programma musicale dei Canti di Passione offre ben tre appuntamenti. A Calimera nella Chiesa di San Brizio Vescovo si alterneranno i salentini Fratelli de Prezzo, i Cantori di Zollino, il coro delle Confraternite di Vico del Gargano e l'ensemble siciliano Al Qantarah.

Nella chiesa dell'Assunzione di Maria Vergine di Carpignano Salentino i Cantori di Martano apriranno la serata che proseguirà con i lucani Ethnos, con la salentina famiglia Zimba e si concluderà con il Coro bizantino Pankyprias Enosos Ieropsaltom “Ioannis Koukouzelis”, proveniente dall'isola di Cipro.

A Serrano (fraz. di Carpignano) il percorso musicale di Antonio Melegari e Andrea Stefanizzi anticiperà l'esibizione dei ciprioti Thriskeftiko Orthodoxo Idryma Filias. Tutto il programma della partecipazione Cipriota è stato realizzato sotto il patrocinio della Comunità di Filia, comune che oggi è occupato dalle truppe militari della Turchia.

[...]

Antonietta Nembri