L'Unità

16 07 1995

ITALIA

 

clicca sull'immagine per accedere all'articolo in versione grafica

click on the picture to access the article in graphics mode

 

 

 

Sicilia e Arabia in un unico concerto

 

Si chiamano Al Qantarah, vogliono ricostruire il paesaggio sonoro della Sicilia medioevale nelle sue di verse espressioni. E predominante appare l'influenza araba, come si può leggere nello stesso nome del gruppo. I sei artisti proporranno un concerto etno-folk, utilizzando strumenti tipici delle lore terre: lo scattagnetti, il friscalettu, la ciaramedda. Suoneranno alle 21, a Piazza verdi e dintorni, mentre domani sarà di scena la danza del centro Isadora, specializzato nella tecnica jazz.