La Repubblica

14 07 1999

ITALIA

 

clicca sull'immagine per accedere all'articolo in versione grafica

click on the picture to access the article in graphics mode

 

 

 

Suoni di Sicilia e danze dell'India

Al Qantarah porta le note multietniche dell'sola, con influenze musicali bizantine, arabe normanne

Estratto.
Per l'articolo completo vedi la versione grafica

Extract.
See the complete article in graphics mode

PROFUMI esotici della Sicilia medievale, ponte fra la cultura araba e quella cristiana, questa sera al Chiostro dell'Arena del Sole. Alle 21.30, per la rassegna di musica amica “Viator musicae”, il gruppo Al Qantarah presenterà “Eya fratres. Musi che della Sicilia medievale” ll gruppo, il cui nome in arabo significa ponte, rievoca le atmosfere della Sicilìa multietnica, con influenze musicali autoctone, arabe, bizantine, normanne e provenzali, presentando un repertorio di brani vocali e strumentali di carattere religioso e laico, colto e popolare, utilizzando strumenti propri della tradizione popolare araba e siciliana. Gli Al Qantarah si sono esibiti nei più importanti festival di musica antica d’Italia e all'estero [...]

Francesco Satta