Rock Star

ago/aug 2006

ITALIA

 

clicca sull'immagine per accedere all'articolo in versione grafica

click on the picture to access the article in graphics mode

Raffinata elaborazione del gruppo Al Qantarah, la cui strumentazione mette in luce la magnifica fusione della strumentazione araba e mediorientale

Il lavoro certosino e curatissimo e merita il plauso per la ricerca e la documentazione

 

 

Al Qantarah

Troparium de Catania

(Promo Music)

Sicilia

 

I tropi (da cui l'italiano strofa) sono versi che integrano canti preesistenti. E se il lavoro di questo disco risale a manoscritti siciliani del 1100 (oggi alla Biblioteca Nazionale di Madrid) giusto credere che le origini di queste melopee si perdono nella notte dei tempi della tradizione popolare siciliana dei Normanni (presenti in parte ancora oggi nella tradizione di Licodia). Sono canti religiosi da vari cicli di feste la cui ricca polifonia sorprende ancora oggi nella raffinata elaborazione del gruppo Al Qantarah, la cui strumentazione mette in luce la magnifica fusione della strumentazione araba e mediorientale. Il lavoro certosino e curatissimo e merita il plauso per la ricerca e la documentazione.

* * * *